Quando si convola a nozze o si decide di andare a vivere da soli i vantaggi sono moltissimi ma, purtroppo, presto si presentano anche le conseguenze negative. Innanzitutto bisogna provvedere a fare le faccende domestiche tra le quali rientra la pulizia della casa. All’inizio sarà facile dimenticare di pulire alcuni angoli ma presto, con il passare dei mesi, tutte le attività vanno a sistema e la gestione del proprio nido diventa routine.

L’importante è soprattutto avere gli strumenti giusti e scegliere mobili adeguati. A volte si fanno infatti scelte sono in base al gusto senza pensare alla praticità che ha invece una grande importante. Proviamo a pensare alla doccia: ne avete scelta una trasparente di finto cristallo o plastica senza zigrinature? Beh preparatevi a pulirla dopo ogni doccia perché sarà perennemente piena di incrostazioni di calcare.

Certo ci sono dei trucchetti, come avviene al nord Italia si può per esempio passare il tira acqua dopo averla utilizzata, oppure si può usare lo spray che non fa poggiare le gocce, ce ne sono moltissimi in commercio anche economici, ma ogni tanto saranno obbligatori olio di gomito, spugna e anticalcare. Pensiamo invece al lavandino del bagno: è pieno di insenature e poggia su un mobile lasciando un piccolissimo spazio nel quale non entra neppure lo straccio? Beh, preparatevi a vederlo perennemente impolverato.

pulizia della casaPurtroppo, come detto, quando si scelgono i mobili senza avere esperienza di pulizia sono tutte cose che accadono assai di frequente. Quanto ai vetri non c’è prodotto migliore che la pezza a nido d’ape, c’è in particolare quella di una nota multinazionale statunitense che è davvero ineguagliabile e anche se costa un po’ di più all’origine poi il risparmio in termini di prodotti è assicurato.

Bisogna inoltre prestare molta attenzione alla scelta dell’aspirapolvere. Alcune sono molto ingombranti e non abbastanza potenti. Oggi sono molto utilizzate le cosiddette idropulitrici che aspirano anche mentre vengono passate. Quella della nota azienda tedesca, famosa per i suoi venditori porta a porta, è un buon esempio ma ne esistono anche di altri marchi più o meno simili, come potete vedere su http://www.trendlife.it/home/pulizia/.

Il concetto di pulizia che offrono questi strumenti è davvero di un altro livello rispetto al classico straccio ed è assolutamente consigliata. È doveroso spendere qualche parola, infine, sul tema del vapore: anche se non è necessario disinfettare ogni giorno casa con le alte temperature avere uno strumento di questo tipo a casa è un grandissimo vantaggio. Pulire le fughe delle mattonelle, le incrostazioni dal lavandino o dalla doccia oppure le tapparelle sarà un gioco da ragazzi con il vapore.

Insomma ricapitolando per la pulizia di casa sono due gli strumenti indispensabili: una aspirapolvere meglio se con idropulitrice di qualità, una pezza a nido d’ape per pulire i vetri senza detergente e un macchinario anche portatile piccolo a vapore. Poi con un po’ di creatività, per esempio un vecchio spazzolino per i denti, si potrà arrivare anche negli angoli più difficili da raggiungere.

Una soluzione creativa tra le tante? Lo stura lavandino creato con una vecchia stampella di metallo. Basterà creare un uncino e peli e capelli rimarranno appesi in grande quantità tanto che non avrete più bisogno di detergenti come l’idraulico liquido e simili.

Post Your Thoughts

*