Domanda disoccupazioneLa richiesta di disoccupazione deve essere effettuata entro 60 giorni dalla perdita del lavoro, quindi dal licenziamento. Se non si rispettano queste regole temporali la richiesta non può più essere effettuata e segue la perdita del diritto di riscossione. Al rispetto dei termini temporali segue la necessità di disporre di documenti per richiesta disoccupazione. Questi documenti possono essere compilati nelle sedi INPS territoriali oppure in via telematica, visitando il portale dell’INPS e accedendo con le credenziali di accesso. Tali credenziali si ottengono attraverso la sezione ACCEDI, dalla quale si ricava il PIN, un codice fondamentale per accedere al sistema. Il PIN viene solitamente fornito in due trance. La prima avviene mediante invio presso la propria casella di posta elettronica, mentre la seconda avviene mediante invio di un SMS. Al completamente delle due parti del PIN viene richiesto di cambiarlo con un altro, sempre fornito dal sistema dell’INPS. Questa laboriosa procedura di sicurezza aiuta a rendere il portale sicuro, in quanto gli attacchi da parte degli hacker sono stati frequenti negli ultimi anni.

Una volta completata la procedura di accesso è indispensabile compilare la modulistica per richiedere l’ASPI (così viene chiamata la richiesta di disoccupazione) e compilarla in ogni parte. Alla domanda telematica segue l’invio di una modulistica speciale. Essa si compone di:

  1.  La dichiarazione per le detrazioni di imposta richieste. Questa modulistica interessa il numero di familiari eventualmente a carico di chi fa richiesta di disoccupazione. In questa documentazione posso essere inseriti, ad esempio, i figli o il coniuge  a carico. E’ importante compilare i dati anagrafici e fiscali dei soggetto che si ha a carico e compilare la sezione relativa alla percentuale detraibile.
  2. La dichiarazione di assunzione di responsabilità, nella quale si dichiara di essere disoccupati e di avere provveduto a presentare la domanda pre un nuovo lavoro presso il centro per l’impiego. Quando si viene licenziati e si perde il lavoro, è indispensabile recarsi in modalità immediata presso il Centro per l’Impiego territoriale più vicino. In questo luogo ci si deve iscrivere alle apposite liste, per provare la propria disponibilità a ricercare un nuovo lavoro e per poter fruire del sussidio di disoccupazione. Vista la brevità dei tempi che interessano la richiesta e la grande mole di persone che spesso si incontra in questi luoghi, è fondamentale recarsi al Centro per l’Impiego in tempi brevi, per disporre della certificazione necessaria.
  3. Una dichiarazione che contenga le informazioni relative all’ultimo rapporto lavorativo effettuato, redatta dal datore di lavoro oppure auto-certificata dal lavoratore stesso. Anche se alcune aziende prevedono una modulistica di questo genere, il lavoratore può redigere di proprio pugno questa certificazione, specificando la durata del rapporto di lavoro, la sua natura e la causa dell’interruzione.

Post Your Thoughts

*